giovedì 8 marzo 2018

ITALIA: CONFERENZE E DIFFUSIONE CULTURALE

Tutte dedicate all'Italia, le proiezioni di foto sono composte da una serie di belle immagini su Power Point descritte dal loro autore
Si tratta di foto ed esperienze di viaggi con cui l'autore diffonde cultura e promuove il turismo con lo scopo di aiutare chi desidera conoscere l'Italia. 
Sono conferenze preparate pensando a scolari, studenti e pubblico in generale residenti lontano dall'Italia(Dentro le scuole, le descrizioni hanno uno spirito educativo usando parole semplici. In ambienti composti da stessi appassionati al viaggio si crea sintonia con i viaggiatori).
Oltre a quel che sono Venezia, Roma, Pompei, eccetera; l'autore considera molto importante parlare anche di città, di zone poco conosciute, delle popolazioni italiche, della cucina, ecc.

Questi sotto sono i temi principali delle foto e delle loro descrizioni:
Città storiche, borghi medievali, castelli, cattedrali e monasteri, ville e palazzi, zone naturali (laghi, fiumi, montagne...), musei e pinacoteche, siti archeologici, la cultura della gastronomia, i prodotti agroalimentari, artigianato, vita sociale. E risaltare quel che sono i 53 Beni Italiani UNESCO.  

Come presidente dell'Associazione Emiliano-Romagnola del Perù, e autore di queste "Conferenze turistico culturali sull'Italia", invito le altre associazioni italiane all'estero a mettersi in contatto col sottoscritto e vedere se possiamo organizzare qualcosa insieme.   William Zanatta; Perù.   willyznt@gmail.com    WhatsApp 0051-993132586

Qui a fianco ci sono i blog della serie "IN GIRO PER L'ITALIA" parlando dei miei viaggi ... ⇨

martedì 6 marzo 2018

NOMI DELLE CONFERENZE

Questi i nomi di tutte le conferenze che ho pronte su più parti dell'Italia.
(L'Emilia-Romagna ha un elenco a parte. Un giorno spero poter parlare anche di altre regioni quali la Sicilia, la Sardegna, la Puglia, l'Abruzzo, e altro di quel che mi manca).

01) Visione generale dell’Italia (per bambini 6-9 anni) (60’)
02) Italia settentrionale (60’)
03) Venezia (60’)
04) Roma (60’)
06) La provincia di Siena (30’)
07) Genova e Portofino (40’)
08) Tutta la Liguria (60’)
09) La città di Trento (30’)
10) Torino e le residenze dei Savoia, patrimonio UNESCO (60’)
12) Il Montefeltro e i castelli della famiglia Malatesta (30’)
13) Le Langhe e il Monferrato, patrimonio UNESCO (30’)
14) Cremona, la città dei violini (30’)
15) Vicino a Firenze (30’)
17) Bellissime ceramiche di tre musei: Faenza, Savona e Mondovì (30’)
18) Pompei ed Ercolano (20’)
19) La civiltà etrusca (40’)
20) I Paleoveneti e i Piceni (20')
Dalla 21 alla 30 vedi Emilia-Romagna Conferenze.

La loro durata riportata fra parentesi è variabile e non fissa com'è il caso di un video.

lunedì 5 marzo 2018

L'AUTORE

Nato a Forlì e poi cresciuto a Bologna, oggi ho 60 anni. E' dal 1994 che mi sono trasferito a vivere in Perù. Abito a Lima, sono sposato e ho due figli.
E' stato nel 1982, quando avevo 23 anni, che ho iniziato a diffondere le mie esperienze di viaggio parlando - in Italia - di quel che mi portavo dietro dopo aver viaggiato in Perù, Messico, Colombia, Cile, Argentina, Uruguay, ecc.
Una volta iniziato a vivere a Lima, e poi avvicinatomi alla comunità italiana della capitale e di altre città - mi sono reso conto che era mio dovere cominciare a parlare del mio Paese davanti a tante persone che dell'Italia sanno poco.
Non so come giudicare l'arrivo o sopravvento dell'internet che ci permette di credere di  viaggiare per tutto il mondo. Ma considero più efficiente diffondere cultura svolgendo le mie attività col proiettore così come continuo a fare. Nelle scuole ancor meglio.   
Tra quelle sull'Italia e le altre dedicate a Paesi latinoamericani ho accumulato ben 174 esperienze.

domenica 4 marzo 2018

EMILIA - ROMAGNA; PROIEZIONI di FOTO di VIAGGI

Dedicate tutte all'Emilia-Romagna, queste sotto sono tutte le Conferenze dedicate alla mia regione:
21) Emilia-Romagna, la regione di Luciano Pavarotti (60’ o 120’)
22) Tutta la Romagna (60’)
24) Parma e Piacenza (40’)
26) Ravenna. Dove riposa Dante Alighieri (40’)
27) Modena e la sua provincia (30’)
28) La rotta gastronomica dell’Emilia-Romagna (40’)
29) La provincia di Forlì-Cesena (40’)
30) Burattini e marionette di tre musei: Parma, Reggio-Emilia e Budrio (30’)
31) Rimini e la sua provincia (30')
32) I castelli degli Appennini e della Pianura Padana (30')
33) Faenza e la sua ceramica (30')
34) Pellegrino Artusi, il padre della gastronomia italiana (40')

Ogni proiezione viene descritta a voce viva. La loro durata riportata fra parentesi è quindi variabile e non fissa come nel caso dei video.

sabato 3 marzo 2018

VENEZIA, Patrimonio UNESCO / conferenza n. 03

Sono stato a Venezia una decina di volte senza ancora stancarmi di camminare per le sue calle (stradine). Nonostante occorra una vita per conoscere tutta Venezia, la documentazione che ho la considero sufficiente per parlare di questa città in senso turistico culturale. Questi tutti i posti componenti della proiezione di foto: 
Piazza San Marco, Basilica della Salute, Basilica San Marco, Palazzo Ducale, Ponte dei Sospiri, Canal Grande, Basilica San Giorgio, Ponte Rialto, Ghetto Novo, Isola di Burano, Isola di Murano e il suo Duomo, Gondole, sei chiese, maschere del carnevale, ponti, canali, Museo Ebraico, Museo del Merletto, Museo del Vetro, Torre Orologio, Arsenale e altro ancora.   
  

venerdì 2 marzo 2018

LA CITTA' DI SIENA, Patrimonio UNESCO / conferenza n.05

Il centro storico di Siena (patrimonio UNESCO) e la sua provincia (*) sono per me uno dei posti più belli d'Italia. E' una città d'arte, ha un'importante storia medievale, città colta, città della buona cucina, città del Palio. La carrellata di foto ci farà vedere: bei panorami, Duomo di Siena, Battistero San Giovanni, Piazza del Campo, Palazzo Pubblico, Torre del Mangia, Palazzo Salimbeni, Complesso Museale di Santa Maria della Scala, un po' della sua gastronomia e il Museo Civico pieno d'arte (vedi foto).
Al suo Palio non ho mai assistito. Costa un occhio trovare posto su un balcone da cui scattare le foto.  (*) Lì rimangono altri tre Beni italiani UNESCO (San Gimignano, Pienza e Val d'Orcia). 

giovedì 1 marzo 2018

EMILIA-ROMAGNA, la regione di Pavarotti / conferenza n. 21

L'Emilia-Romagna, la mia regione, ha un nome molto poco conosciuto al mondo. Basta comunque fare pochi nomi che tutti sanno di quel che si sta parlando: Parmigiano-Reggiano, lasagne, aceto balsamico, prosciutto di Parma; Ferrari, Ducati, Lamborghini (oggi comunque appartenente alla Volkswagen); Luciano Pavarotti, Giuseppe Verdi; Federico Fellini, Bernardo Bertolucci; eccetera eccetera.
Questa conferenza con foto ha una durata molto variabile fra i 60 e i 120 minuti, perché posso affermare di aver visitato la gran maggioranza dei posti interessanti di tutte le nove province. Qui menziono soltanto i nomi di alcuni posti: Bologna, Pontecchio Marconi, Dozza, Imola, Modena, Vignola, Castelvetro di Modena, Carpi, Reggio-Emilia, Castellarano, Castelnovo ne' Monti, Fontanellato, castello di Torrechiara, Parma, Roncole, Bardi, Compiano, Bobbio, Piacenza, Grazzano Visconti, Castell'Arquato, Chiaravalle della Colomba, Vigoleno, Ferrara, Comacchio, Ravenna, Faenza e il Museo Internazionale delle Ceramiche, Brisighella, Forlì, Forlimpopoli (casa di Pellegrino Artusi), Portico di Romagna, Cesenatico, Cesena, Longiano, Santarcangelo di Romagna, Verucchio, Montefiore Conca, San Leo, Rimini, musei dei burattini, pinacoteche, musei archeologici, artigianato e molta gastronomia fra cui la sagra del Tortellone di Bevilacqua di Crevalcore e la Festa Artusiana.      (Foto: Palazzo dei Diamanti, Ferrara).        

mercoledì 28 febbraio 2018

BOLOGNA E LA SUA UNIVERSITA' / conferenza n.23

A Bologna ho vissuto dagli 11 ai 35 anni della mia età. Ed ogni volta che vado in Italia arrivo a Felsina (suo antico nome etrusco) tornando a visitare qualche posto già  frequentato negli anni '80, e arricchendomi di cultura gastronomica: cosa che non feci quando quando lì mangiavo piatti emiliano-romagnoli tutti i giorni.
Posso affermare che Bologna l'ho percorsa e fotografata praticamente tutta. Parlare della mia città adottiva è per me un grandissimo piacere, ma allo stesso tempo mi chiede molto impegno perché non è facile farne un riassunto di soli 60 minuti.
(Mi unisco a tutti i bolognesi. Ed insieme continuiamo a denunciare quella maledetta strage fascista del 2 agosto 1980 alla nostra stazione ferroviaria).

Da un quartiere all'altro vedremo: Piazza Maggiore, Basilica San Petronio, Palazzo d'Accursio, Palazzo del Podestà, Due Torri, Archiginnasio, Basilica di San Francesco, Complesso Sette chiese, Museo Civico Archeologico, Museo Medievale, Canale delle Moline, Santuario di Santa Maria della Vita, La Certosa, Monastero di San Michele in Bosco, Basilica di San Domenico, Negozi alimentari, Portici, San Luca, Università, Casa Giosuè Carducci, Museo della Comunicazione, Museo Palazzo Poggi, Museo del Risorgimento, Museo del Soldatino, Museo Patrimonio Industriale, Pinacoteca nazionale, tanta gastronomia casalinga e di ristoranti.        

TUTTA LA LIGURIA / conferenza n.08

Fra tutti i discendenti d'italiani in Perù, il 60% corrisponde a liguri. Conosco diversi di loro e ho qualche amico. Ebbene, conversando con questi mi sono reso conto che più persone non hanno visitato Genova e altri posti della Liguria neppure una sola volta! (Se i miei nipoti non dovessero visitare l'Emilia-Romagna apprezzandone la sua gastronomia, io mi rivolterò nella tomba!).
Coinvolgendo tutte e quattro le province della Liguria, questa conferenza con foto l'ho preparata pensando ai figli dei discendenti di quella regione ove, credo io, quelle creature vorrebbero metter piede pensando ai loro antenati.
I posti di questa proiezione di foto sono: Genova, Portofino, Cinque Terre, Imperia, Savona, Museo della Ceramica, Museo dell'Olio d'Oliva, Sassello, Sanremo, grotte di Toirano, Apricale, Dolceacqua, Montalto Ligure, Seborga, Triora e un po' della  gastronomia regionale.

martedì 27 febbraio 2018

IL POLESINE DI ROVIGO / conferenza n.16

In latino medievale, Polesine vuol dire "terra paludosa". Tutt'oggi vi troviamo una fitta rete di canali di bonifica realizzati secoli fa dalla Repubblica di Venezia. La storia dice che il Polesine (una volta chiamato Polesine di Rovigo) è stata una zona agricola molto povera. Ebbene, nonostante ciò a Fratta Polesine troviamo la Villa Badoer che, assieme alle altre ville palladiane del Veneto, anche questa è un Bene Italiano dell'UNESCO.
L'insieme di foto ci porterà a visitare: Rovigo, Badia Polesine, Fratta Polesine, Casa di Giacomo Matteotti, Museo archeologico nazionale di Adria e il Museo di Fratta Polesine.

lunedì 26 febbraio 2018

COME SI SVOLGONO

Conferenze come queste possono svolgersi in auditori, aule di scuole e ambienti oscuri.

Sono necessari un proiettore multimedia collegato a un computer col programma Power Point, e uno schermo. Un microfono diventa necessario soltanto quando si tratta di parlare in uno spazio grande. L'autore porterà con sé il suo USB con le conferenze in programma. 

LA CITTA' DI FERRARA, Patrimonio UNESCO / conferenza n. 25

Ferrara è una bella città che merita esser visitata anche quando c'ha la nebbia. Ancor meglio tornare a camminare per le strade del suo centro storico dopo aver letto i libri di Giorgio Bassani. Magari in piena notte quando non c'è nessuno. 
Ferrara città rinascimentale e il suo delta del Po sono Beni Italiani UNESCO.
Questa conferenza di viaggio ci porta a entrare in più palazzi fra cui: Casa Romei, Castello Estense, Palazzo Costabili e il suo museo archeologico, Palazzo Schifanoia, Palazzo dei Diamanti, Palazzina di Marisa d'Este, la Pinacoteca, il Museo di Storia Naturale, i musei temporanei dei pittori Boldrini e De Pisis, e il Museo della Cattedrale di San Giorgio. Ma non in questa, perché proibito scattarvi foto dentro.
Se c'è tempo per vedere altri posti della provincia di Ferrara, ci dedicheremo a Comacchio e a tratti del fiume Po parlando del bellissimo libro "Il mulino del Po".            

domenica 25 febbraio 2018

LE DOLOMITI, Patrimonio UNESCO / conferenza n. 11

Le Dolomiti sono composte da un insieme di gruppi di montagne delle Alpi Orientali. Si trovano in provincia di Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Udine.
Gli studi geologici dicono che 270-230 milioni di anni fa, le Dolomiti furono atolli e barriere coralline. Milioni di anni dopo milioni di anni, lo scontro tra la placca africana e quella euroasiatica (20 milioni di anni fa) iniziò a dare vita a queste bellissime montagne oggi patrimonio materiale dell'umanità dell'UNESCO.
Non essendo io alpinista, le mie foto non sono in vetta alle montagne. Ma in questi posti:
Alleghe, Monte Civetta, Auronzo di Cadore, Pieve di Cadore, Selva di Cadore, Cortina d'Ampezzo, Passo Falzarego, Monte Pelmo, Lago di Misurina, Cime Lavaredo, Santa Fosca, Bressanone, Canazei e un po' di gastronomia locale.

mercoledì 14 febbraio 2018

CONFERENZE SUL PERU'

Il Perù lo conosco sempre di più! Vi abito da oltre vent'anni. Sono appassionato alla sua storia precolombiana, amo camminare sulle Ande silenziose vedendo a volte volare sopra di me i bei cóndor, raggiungere posti (anche pitture rupestri) dove non va quasi nessuno, e poi diffondere le mie esperienze sia dentro scuole che a turisti che si rivolgono a me per prepararsi un viaggio. 
Così, ogni volta che vado in Italia mi porto dietro un USB con le mie "Conferenze di viaggio con foto" per svolgerle dove è stato programmato. Per adesso è capitato a Bologna, Forlì, Minerbio, Parma e Piacenza.      Elenco:
Tour classico per i primi turisti  // Cusco, Machu Picchu e la Valle Sacra degli Inca
Tutto il lago Titicaca  //  Province dell'altopiano  //  Arequipa, la Ciudad Blanca
Canyon del Colca e le sue chiese coloniali
Lima e Callao  //  La città di Cajamarca  //  Nasca e Paracas
Chachapoyas e Kuélap  //  La città di Trujillo
Museo "Tumbas Reales de Sipán"  //  Museo archeologico "Rafael Larco"
Le pitture rupestri di Singa e Llata  //  Il Perù "profundo" (posti nascosti)
Chanchamayo, Oxapampa e Pozuzo (foresta alta)
Perù settentrionale  //  Perù centrale  //  Perù meridionale